Un classico dolce freddo, ottimo per l'estate, rivisto con ingredienti sardi

Le ricette di Andrea: Cheescake ricotta e arancia

Dopo svariate prove ce l’ho fatta, ho trovato il mio cheescake! Ricotta fresca appena fatta, arance colte in giardino, un tocco di zenzero, questo comprato, e un leggero profumo di menta, anch’essa dall’orto di casa.

26/05/2016 17:31:00
marmillaeventi24.it
Reporter Gold
156 Eventi pubblicati 32 Notizie pubblicate

Maschile o femminile?
Comunque sia, mi fa impazzire in tutte le sue versioni, per me è il cheesecake perché mi riferisco ad un dolce, ma a volte diventa la cheescake perché è anche una torta, diciamo che non importa il genere, l’importante è che sia buono o buona.
Freddo o cotto non fa differenza, ciascuno merita di essere assaggiato.

Io però volevo trovare la mia ricetta e più semplice è meglio è!
Quindi vada per la versione fredda. Volevo che gli ingredienti fossero il più possibilmente locali, quindi ho fatto un po’ di ricerche, pensato a come si potrebbero combinare al meglio i vari sapori con i miei gusti e alla fine, dopo svariate prove ce l’ho fatta, ho trovato il mio cheescake!
Ricotta fresca appena fatta, arance colte in giardino, un tocco di zenzero, questo comprato, e un leggero profumo di menta, anch’essa dall’orto di casa.
È in continuo aggiornamento, ma questa versione sembra promettere bene e potrebbe essere quella definitiva, chi l’ha assaggiata non è rimasto deluso.

È cominciato tutto un giorno che avevo della ricotta in casa e volevo utilizzarla per un cheescake, l’idea mi sembrava buona e in rete ho trovato diverse versioni, ma non mi convincevano, per cui ho preso un po’ da una e un po’ dall’altra e ho cominciato.
Biscotti per la base, su questo non ci piove, ho optato per frollini tipo gran cereale, magari integrali, rimangono più asciutti e lo preferisco. Burro ok, ma non troppo, giusto lo stretto necessario per poter amalgamare i biscotti, magari lo si potrebbe aromatizzare con un po’ di limone, ci proverò!
Per la crema invece va bene partire dalla ricotta, quindi ci ho aggiunto un po’ di yogurt per spezzare un po’ il sapore forte della ricotta di pecora. Poi l’ho tolto, perché in fondo quel sapore non dispiaceva affatto.
Bisognava però dargli un buon gusto, pensavo all’arancia, ma il solo succo non mi bastava e la scorza si sentiva troppo. Ad una lezione di cucina mi avevano spiegato come fare la riduzione d’arancia, quindi ho provato, ecco!
Quindi via lo yogurt, ho raddoppiato il quantitativo di succo d’arancia e l’ho fatto ridurre sul fuoco con un po’ di zenzero grattugiato, giusto per dare quel non so ché in più. Visto che era caldo, ci ho sciolto i fogli di gelatina così mi sono anche risparmiato il latte. Anche per la copertura ho usato una riduzione, però l’ho aromatizzata con un paio di foglie di menta.
Il risultato è stato ottimo, provare per credere!

Ingredienti

  • 250 g di biscotti
  • 70 g di burro
  • 450 g di ricotta
  • 80 g di zucchero
  • 4 arance (succo)
  • Zenzero
  • 4 Arance
  • 4 fogli piccoli di gelatina

Per la copertura

  • 3 arance (succo)
  • zenzero
  • menta
  • 2 fogli piccoli di gelatina

Procedimento

  1. Far sciogliere il burro a bagnomaria e lasciarlo raffreddare.
  2. Macinare i biscotti e unirli al burro per formare un impasto granuloso.
  3. Imburrare uno stampo da 24 cm di diametro e rivestirlo di carta forno.
  4. Mettere l’impasto di biscotti nello stampo e formare il fondo compattandolo bene e uniformemente. Una volta pronto, metterlo in frigo per almeno 20 minuti.
  5. Setacciare la ricotta e mescolarla con lo zucchero. Lavorare sino ad avere una crema liscia (per fare ciò potreste anche usare un frullatore).
  6. Ammollare i fogli di gelatina in acqua fredda per almeno 10 minuti.
  7. Spremere 3 arance e mettere il succo filtrato in una padella per ridurlo un po’ così da intensificare il gusto. Aggiungere un po’ di zenzero grattugiato, portare a bollore e cuocere per un paio di minuti.
  8. Una volta pronto aggiungere il succo della quarta arancia, in questo modo darete freschezza al gusto.
  9. Strizzare la gelatina e aggiungerla alla riduzione mescolando per farla sciogliere bene.
  10. Lasciar intiepidire, poi aggiungere alla ricotta e mescolare bene per ottenere una crema omogenea.
  11. Tirare fuori la base dal frigo, metterci sopra la crema e livellare per bene.
  12. Rimettere il tutto in frigo per almeno tre ore.

Dopo circa due orette potrete preparare la copertura, io ho scelto una gelatina di arancia aromatizzata con zenzero e menta.

  1. Mettere la gelatina in ammollo in acqua per almeno 10 minuti.
  2. Spremere e filtrate il succo d’arancia (se preferite lo potete zuccherare un po’, ma vi consiglio di no), aggiungere un po’ di zenzero grattugiato e portate a bollore.
  3. Far cuocere per un paio di minuti e alla fine aggiungere un paio di foglie di menta.
  4. A fuoco spento unire la gelatina e mescolare bene.
  5. Far intiepidire e versare sulla torta preoccupandosi di tenerla su un piano orizzontale in modo da avere uno spessore uniforme.

Non vi resta che provarla, buon appetito!


L'autore:

Andrea Maccioni, ingegnere chimico per formazione, apprendista mugnaio per professione.
Non un cuoco né un professionista, ma solo un appassionato di cucina a cui piace sperimentare per fare qualcosa di buono. Del resto la cucina non è altro che un modo bellissimo per rendere felici gli altri.